I nuovi propositi

In questi giorni ho pensato spesso ad un post che ho pubblicato un paio di anni fa- un paio di anni fa? E' passato già così tanto tempo?

Niente propositi per il nuovo anno era stato scritto guardando all'anno appena trascorso, un anno difficile, pieno di sofferenze e gioie estreme; un anno lungo, che mi aveva lasciato solo un'idea, fissa nel cuore e nella testa: dovevo imparare a stare nel flusso delle cose, ad accogliere gli alti e i bassi della vita e ad affrontare tutto con la massima integrità e fiducia in me stessa che riuscivo a concedermi.

Adesso, due anni e tanta acqua sotto i ponti dopo, mi sento di nuovo pronta a pensare che ho parecchi propositi per il nuovo anno.
Anzi, vorrei che il nuovo anno portasse tutto quello che ha in serbo per me, così com'è previsto, senza sconti, e il mio proposito è di ricevere tutto riuscendo a galleggiare e cavalcare le mie onde, senza farmi affondare, senza rimanere sopraffatta.

Per il cenone di capodanno, ispirata da queste tovagliette, avevo preparato un gioco, per noi e i nostri ospiti: le nove preposizioni semplici e nove verbi, da combinare in altrettante frasi in cui sintetizzare i nostri propositi per il nuovo anno, per poi lanciarli nel fuoco, che tutto distrugge e tutto crea.

Alla fine del gioco, mi sono ritrovata con queste parole davanti e un sorriso sulle labbra:

Cominciare con allegria,
scoprire un po' di silenzio tra mille pensieri,
perdermi, d'ora in poi, nelle bellezze della vita,
provare, per la prima volta, a vedere tutto da almeno un altro punto di vista,
trovarmi a dire sempre più spesso: "Che bella giornata è stata oggi,"
imparare su per giù tutto quel che mi interessa,
ringraziare, tra le altre cose, per l'amore dei miei tre uomini, 
smettere di dire: "Non ce la farò mai,"
stupirmi in continuazione, anche delle cose più scontate.

Nove nuovi propositi che mi sembrano un buon modo di iniziare, son questi.
Nove che si diramano in mille direzioni; nove basi da cui partire.
Qualcosa, lentamente, sta cambiando.
Non penso più a non far propositi per imparare a godermi lo scorrere delle cose, ma faccio propositi che possono scorrere con me, e darmi punti fissi in cui dirigere il mare calmo e le mareggiate.
E questo è il grande proposito che sta dietro a tutto: perdermi e trovarmi, sempre fedele a me stessa.




Altri meravigliosi propositi che ho incontrato sulla mia strada vengono da alcune delle mie letture preferite:
:: questo post di Silvia
:: questo post di Francesca
:: questo post di Lena
:: questo post di Catia
:: questo post di RoseMel

E altri ancora vengono da altre letture, mostrano l'altra faccia della medaglia, una faccia che mi sembra di conoscere altrettanto bene, che non dimentico, che fa parte del tutto e di cui spero di imparare a non avere più paura:
:: questo post di Anna
:: questo post di Stefylu

Il tempo della crisalide è il cammino, l'ascolto, l'intuizione, la scoperta.
Inspiro. Espiro. 
Partiamo?
Torniamo all'origine, vera, semplice, completa.
Inspiro.
Espiro.
Partiamo.


18 commenti:

  1. Cara, non ho dimenticato la tua email. Solo non ho ancora avuto il tempo per dedicarmici con attenzione, con l'attenzione che merita. L'ho letta e ci sto pensando, ho delle belle idee! Abbi pazienza, ti scriverò presto...!!!Intanto ti abbraccio forte forte e ti ringrazio come sempre per la serenità dei tuoi post :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io aspetto, paziente e felice che presto le tue idee arriveranno. grazie!

      Elimina
  2. Non ci credo... hai scelto un mio post, t che mi ispiri e rappresenti per me la speranza di un futuro per ora solo sognato.... grazie e che dirti? Ogni tuo post mi arricchisco per cui continua così, i tuoi propositi sono meravigliosi.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un abbraccio a te! e grazie, a te!

      Elimina
  3. Cominciare con allegria,
    scoprire un po' di silenzio tra mille pensieri,
    perdermi, d'ora in poi, nelle bellezze della vita,
    provare, per la prima volta, a vedere tutto da almeno un altro punto di vista,
    trovarmi a dire sempre più spesso: "Che bella giornata è stata oggi,"

    Che meraviglia queste parole! Ho incollato solo una parte del tuo bellissimo post!
    E grazie per avermi citata tra le letture d'ispirazione per l'anno nuovo *-*

    p.s. che magnifica cuffietta verde petrolio! Io adoro quel tipo di berretti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io la adoro! grazie a te per le splendide immagini e parole che pubblichi.

      Elimina
  4. Grazie anche da parte mia!
    Il mio blog non ha la pretesa di essere "inspiring" come si dice, ma se riesco a fare compagnia e scrivere qualcosa che possa condiviso sono felice!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo sei lo sei, inspiring! buon fine settimana!

      Elimina
  5. Probabilmente io devo ancora raccoglierele idee sui miei propositi... a cavallo delle feste siamo stati malati (nulla di grave) ma il concetto di feste e di fine anno è quasi saltato... ha perso un po' di magia... in qualche modo ho percepito il tutto (vedi la fase transitoria sul blog) e tanti piccoli propositi che quotidianamente mi sto già ponendo ma non con la solita ritualità ;) Leggerti è sempre un piacere :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. da questi momenti, di solito, si esce rinnovati. da dentro è difficile vederne il bello, ma andare avanti sapendo che ne vale la pena aiuta. alla fine, ne sono sicura, uscirà una Francesca splendida (e un altro meraviglioso blog, o il blog di prima ancora meglio di prima). sii forte!

      Elimina
  6. Che bello Ylenia!
    Condivido pienamente! Sto leggendo un libro che spiega l'importanza del vivere adesso e credo che il proposito più utile da fare sia proprio questo, imparare a vivere il presente perchè è l'unica cosa che esiste e farlo nel migliore dei modi!
    TI mando un abbraccio!
    Sindel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vivere adesso, sì… non ce lo ripetiamo mai abbastanza… grazie e un abbraccio a te!

      Elimina
  7. Io per l'anno nuovo ho chiesto solo una cosa...spalle forti per affrontare quello che mi aspetta....
    Per il resto cerco di vivere senza il peso del passato e senza l'ansia del futuro, facendo del presente il mio faro e apprezzando quello che ho....non è poi così diverso dai tuoi proponimenti Ylenia...:)
    Ti abbraccio forte.
    Gabriella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, non è poi così diverso e, di fatto, questo e poco altro è ciò di cui abbiamo veramente bisogno. ti abbraccio!

      Elimina
  8. Avevo provato ad inserire un commento qualche giorno fa, ma dal cellulare alla fine non ci sono riuscita... Mi ha colpita il proposito di vedere tutto da almeno un altro punto di vista! Sarà quell' "almeno", ma davvero il nostro punto di vista è spesso troppo limitato. Hai ragionissima a desiderare un apertura mentale di questo genere, ci proverò anche io e anzi ci sto già provando :)
    Che il nuovo anno sia luminoso come lo sei tu!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dolce che sei! anno meraviglioso anche a te, cara!

      Elimina
  9. Io sto cercando da un po' di tempo ...diciamo un annetto , di mettere in pratica solo due parole : qui - ora . I dolori del passato a volte si ripresentano e le preoccupazioni per il futuro spesso sembrano attorcirgliarti come in una ragnatela . Preoccupazioni inutili , perchè il passato è già stato vissuto ,e non lo puoi cambiare , mentre il futuro è in balia di così tante varianti che è impossibile ipotecarlo . E così , quando qualche timore mi assale , mi ricordo queste due paroline magiche . QUI e ORA.....Ti abbraccio stretta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che buon insegnamento. me lo ricorderò, grazie.

      Elimina