Di buon mattino

Sono da poco passate le sei.  Lo sento appendersi alla maniglia della porta del bagno, poi vedo spuntare i suoi occhioni assonnati, alla ricerca di qualcun altro sveglio, come lui, a quest'ora.
Ci diamo il buongiorno e si allontana.
Più tardi lo trovo sdraiato nella parte di letto che avevo lasciato libera alzandomi, la testa sul mio cuscino, le gambe sotto le coperte, gli occhi spalancati.
Mi pregustavo un po' di yoga in pace, ma quegli occhi che mi guardano maliziosi mi fanno capire che devo cambiare programma:
"Andiamo a fare una passeggiata?"
"Mamma, ma a quest'ora le galline fanno la nanna!"
"Allora andiamo a svegliarle noi... Andiamo?"
"Sì."

Usciamo.
Sono felice, felicissima che abbia deciso di accompagnarmi; felice che saremo noi due soli e felice di condividere con lui una delle cose che mi piacciono di più in assoluto: uscire prestissimo le mattine d'estate, vedere il sole che sale, sentire il fresco addosso, ascoltare il silenzio prima di tutte le attività del giorno che arriva.
E' un momento magico, la mattina presto, e sorrido mentre mi accorgo che, a modo suo, sta pensando la stessa cosa anche lui, sotto quei ricci spettinati, dietro quegli occhi sporchi che non si è voluto lavare.

Faccio un respiro profondo. A volte mi scordo di quanto è profonda l'anima dei bambini.
Sarà yoga, anche questa passeggiata.



















Guardare da dove sorge il sole.
Scoprire l'ombra.
Chiamare le galline perché si sveglino.
Raccogliere fiori e sentirne gli odori.
Ridere di gioia dopo aver capito di essere su un sentiero di rovi e more.
E mangiarne tante tante.
Camminare veloci verso casa, per andare a  raccontare tutto quello che si ha visto e fatto.
E trovare qualcuno in attesa sulla porta.
Ricominciare la giornata, tutti insieme.
Ma il buon mattino è stato tutto nostro, con tutti i sensi svegli e tanta condivisione.

Il tempo della crisalide è il cammino, l'ascolto, l'intuizione, la scoperta.
Inspiro. Espiro. 
Partiamo?
Torniamo all'origine, vera, semplice, completa.
Inspiro.
Espiro.
Partiamo.


5 commenti:

  1. Inspiro. Espiro.
    C'è aria buona lì.
    Parto anche io.

    RispondiElimina
  2. Carissima... Guardando le foto del tuo puffetto, mi sembra di vedere il mio, con tutti quei riccioli morbidi...
    Quanta malinconia mi assale, ripensando a ciò che ho fatto e che avrei potuto fare!!!Devo e voglio perdonarmi molte cose...
    Intanto ti abbraccio e ti ringrazio di condividere questa serenità, che non è mai troppa...e, a volte, mai abbastanza...ma godiamo di ciò che l'Universo ci dona!!!E ringraziamolo!!!
    Ti auguro una buona festa domani!!!
    Un abbraccio e mille benedizioni, cara!!! ^_^
    Silvia

    RispondiElimina