Ancore di salvataggio

Mentre ancora cerco di razionalizzare tutti i cambiamenti, grandi e piccoli, degli ultimi giorni, mi accorgo che, negli anni, se non ho imparato ad addomesticare i lati impulsivi e testardi di me, almeno ho imparato a lanciarmi delle ancore di salvataggio.
Così, in giorni che fino a qualche anno fa mi avrebbero resa nervosa, irritata, stanca e intrattabile ma non per questo disposta a ritrattare sui miei punti fermi, mi scopro ora a trovare, quasi senza rendermene conto, dei momenti di dolce respiro cosciente.

Respiro e mi lascio convincere ad una solitaria colazione a letto prima di una lunga giornata, sapendo che sarà impegnativa, ma resistendo alla tentazione di farmi travolgere dai pensieri, almeno per qualche minuto ancora.


Mi fermo a guardare loro, le mie meraviglie. Mi fermo e basta, anche se attorno c'è il più gran disordine che questa casa abbia mai visto, anche se dovrei star facendo mille altre cose, anche se non ho lavato i denti di uno e la faccia dell'altro, anche se stanno sovvertendo tutte le (poche) regole che hanno.




Ho una lunga lista di cose in sospeso. Lavoro un po', poi mi guardo attorno: vedo il sole, sento l'aria fredda, vedo il cielo terso e mi viene una gran voglia di uscire. Penso che per pranzo possiamo riscaldare gli avanzi, che giornate così sono rare, che il tempo di gelo e di sole dell'inverno è una delle cose che preferisco in assoluto, e che non me lo voglio perdere.







Anche se ci sono giorni in cui sento che per badare a tutti non riesco a pensare a me, non ho dubbi: "Un cane? Certo! E' arrivato il momento, e poi l'abbiamo sempre voluto, un cane."
Così, dopo qualche settimana di attesa, mi ritrovo ad avere a che fare con un altro mondo, un altro ancora: una cucciola che viene dal canile, piena di paure, spaesata, dolcissima: Nebbia.




Così, senza quasi rendermene conto, mi ritrovo a dover preparare due bimbi e un cane ogni volta che voglio uscire.  Mi ritrovo a pensare alla pappa e ai bisogni di uno in più. E mi stupisco ancora una volta di quanto sia vero che l'affetto non si divide, ma si moltiplica ad ogni innamoramento.





Così, senza quasi rendermene conto, arrivo a sera fiera di me, per tutte le piccole e concretissime ancore di salvataggio che ho imparato a lanciarmi. 
Non sono meno stanca, non sono meno intrattabile (a volte), non sono meno ansiosa. Ma sto imparando, in qualche modo.
A modo mio.

Inizierò a portare in giro il mio yoga.
Partirò da Pisa: 
il 7 e 8 dicembre sarò qui, con un workshop di yoga genitori e bimbi e uno di yoga per le donne.
Saranno viaggi, saranno incontri, sarà crescere.
Ancora, in un altro modo.

Il tempo della crisalide è il cammino, l'ascolto, l'intuizione, la scoperta.
Inspiro. Espiro. 
Partiamo?
Torniamo all'origine, vera, semplice, completa.
Inspiro.
Espiro.
Partiamo.


9 commenti:

  1. Com'è vero cara Amica!!! "L'Amore si moltiplica" senza accorgersene quando c'è un amico peloso in csa!!!
    E' bellissimo e sarà un'ancora preziosa nei momenti bui... A te un abbraccio affettuoso e a lei (Nebbia) una stropicciata coccolosa alle orecchie morbide ... ^_^
    Buona settimana, cara!!!
    Serenità e benedizioni
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, è già successo che una passeggiata con lei mi abbia aiutata a distendermi dopo qualche ora stancante! un grande abbraccio!

      Elimina
  2. Questo post è bellissimo perchè ci fa riflettere su quanto spesso ci facciamo travolgere dalle incombenze quotidiane e non ci fermiamo ad osservare ciò che ci circonda, le fortune che abbiamo, le belle cose della vita. Hai fatto bene a fermarti.

    Nebbia è stupenda!! Sono sicura che ricambierà tutto il vostro amore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non sai quanto mi serva, soprattutto adesso, fermarmi!

      Elimina
  3. Com'è bella Nebbia!Ha quello sguardo così intenso!E' sempre più piacevole trascorrere del tempo " a casa vostra",si sente tutto l'Amore che emanate.Figuriamoci se stessi lì :) Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. magari un giorno ci verrai a trovare!

      Elimina
  4. Ma che meraviglia, le tue foto, ogni volta. E la nuova arrivata, bellissima! Ti ho scritto su FB, sper che ci vedremo sabato, in casa siamo tutti pronti!
    Jessica

    RispondiElimina
  5. E' meraviglioso leggere il modo semplice e schietto col quale descrivi i tuoi limiti...sono sicura che la tua è una vita di inarrestabile impegno quotidiano ma leggendoti si ha l'impressione che tu attraversi un uragano danzando...sei un esempio da seguire per imparare a volersi un pò di bene...ti abbraccio. Gabriella

    RispondiElimina
  6. Già avere meno ansia è una grande traguardo, però hai ragione: quando non si può addomesticare se stessi, almeno lanciarsi delle ancore! bellissimo il cane!!!!!

    RispondiElimina